Laboratori, Stage & co.

cropped_header_1400738587408

Modulo da consegnare o spedire completato al prof. Roberto Pedersini – responsabile stage di SPO

Per laurearsi è necessario ottenere 3 cfu in altre attività, che consistono in Laboratori (con attestato di partecipazione) o Stage.

Il tirocinio attivato attraverso il COSP di Ateneo costituisce la via prioritaria per l’accesso al riconoscimento dei tre crediti per ulteriori attività formative, al fine di integrare il percorso formativo del Corso di Laurea attraverso un’importante occasione di applicazione delle competenze acquisite durante il percorso di studio e di integrazione di tali competenze con quelle tipiche di un contesto organizzativo orientato alla produzione di beni e servizi o al perseguimento di finalità sociali e istituzionali. Da questo punto di vista, tutti i tipi di organizzazione for-profit, non-profit e appartenenti alla pubblica amministrazione appaiono contesti appropriati per un tirocinio formativo curricolare nell’abito del Corso di Laurea in Scienze Politiche. Tuttavia, si ribadisce che al momento dell’approvazione del progetto formativo, il tutor debba procedere ad una valutazione della coerenza con le finalità formative del Corso di Laurea delle specifiche attività proposte. A titolo di esempio, non appaiono in prima battuta coerenti con le finalità del corso le attività meramente esecutive, di custodia o sorveglianza e quelle di diretto servizio alla clientela (assistenti alla vendita in strutture commerciali e di somministrazione di cibi e bevande). Inoltre, si richiede un’adeguata durata del tirocinio, che non dovrebbe essere inferiore a due-tre mesi e a 200 ore complessive, per garantire un contenuto formativo appropriato.

Al fine di soddisfare le esigenze di integrazione del percorso di studio con conoscenze pratiche relative ad alcuni temi affrontati negli insegnamenti curricolari, il Collegio conferma la possibilità di riconoscimento dei tre crediti per ulteriori attività formative attraverso la frequenza di laboratori specificamente approvati dal Collegio stesso. Il Collegio si impegna a fornire ogni anno un’offerta di laboratori che possa coprire il più ampio ambito disciplinare possibile. Per acquisire il diritto a richiedere il riconoscimento dei tre crediti per ulteriori attività formative, gli studenti devono rispettare i requisiti di frequenza e partecipare alle attività pratiche, così come stabilito nei programmi dei laboratori approvati dal Collegio. I laboratori dovranno inoltre prevedere una prova finale per la verifica delle competenze acquisite. Il riconoscimento dei tre crediti avverrà a cura del tutor, in seguito alla presentazione di apposita domanda redatta dallo studente utilizzando il modulo disponibile sul sito della Facoltà.

Quando l’impegno dello studente in attività lavorative extra-curricolari rende problematica la possibilità di partecipare a tirocini formativi e la frequenza dei laboratori, il tutor potrà valutare il riconoscimento di attività lavorative svolte con contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato o determinato ovvero con contratto di collaborazione a progetto. Tali attività lavorative devono di norma essere in corso al momento della richiesta di riconoscimento e devono rispettare i medesimi requisiti di coerenza delle attività svolte e di durata indicati per i tirocini formativi. Le attività volontarie sono riconoscibili nel caso di inserimento dello studente in uno specifico progetto di intervento di una organizzazione non-profit, con un ruolo chiaramente identificato e con i medesimi requisiti di coerenza delle attività svolte e di durata indicati per i tirocini formativi.

Il Collegio ha inoltre deliberato di accettare certficazioni linguistiche di livello opportuno (superiori al livello degli insegnamenti o accertamenti del Corso di laurea) prodotto da Istituti di certificazione ufficiali esterni all’ateneo, a patto che siano stati ottenuti durante il periodo di iscrizione all’università. Lo stesso vale per l’ECDL – European Computer Driving License.